Text Size

Requisiti acustici passivi degli edifici

 

D.P.C.M. 05/12/97

Valutazione e verifica

I requisiti acustici sono degli indicatori della capacità dei componenti di un edificio di limitare la propagazione del rumore al suo interno; in particolare, essi sono delle parametrizzazioni del comportamento acustico dei materiali impiegati per la realizzazione di pareti esterne e divisorie, di solette, finestre, ecc..

Il D.P.C.M. 05/12/97 pone dei limiti per tali parametri e per le emissioni acustiche degli impianti tecnologici interni agli edifici (ascensori, scarichi idraulici, impianti di riscaldamento/condizionamento, ecc.), diversi in relazione alle destinazioni d'uso degli edifici stessi (ospedali, scuole, residenze, uffici, ecc.), al fine di ridurre l'esposizione al rumore degli occupanti.

E' soggetto al rispetto del D.P.C.M. 05/12/97 ogni edificio per il quale deve essere rilasciata concessione edilizia e/o sia soggetto agli adempimenti di cui all'art. 8 della L. 447/95, e in caso di ristrutturazione totale.

In fase di progettazione, dunque, è indispensabile la collaborazione tra il progettista del nuovo edificio e il tecnico competente in acustica incaricato, che redigerà una relazione di valutazione dei requisiti acustici passivi da consegnare all'Ente competente.

L’Ente competente può richiedere la verifica strumentale dei requisiti acustici passivi a fine opera.