Text Size

Ambienti confinati

 

La qualità dell’aria negli ambienti confinati non industriali non è ancora regolamentata in Italia con una normativa dedicata completa.

Il D. Lgs. 81/2008 fornisce gli indirizzi riguardo alla tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, ma esclusivamente per gli ambienti industriali e per alcuni agenti di rischio ci sono norme specifiche per il monitoraggio, con l’indicazione dei rispettivi valori limite di esposizione (es. amianto e piombo).

Più spesso, per le misure dei livelli di concentrazione e la valutazione del rischio associato, si fa riferimento a norme tecniche (ISO, EN, UNI) e a livelli di soglia indicati dagli studi di associazioni internazionali e italiane esperte, dedicate all’igiene industriale, come ACGIH (American Conference of Industrial Hygienists) e AIDII (Associazione Italiana degli Igienisti Industriali).

Ecometrica realizza campionamenti e analisi di inquinanti gassosi e particellari negli ambienti indoor e industriali.

I sistemi di prelievo e le metodiche analitiche utilizzate sono conformi alle norme tecniche vigenti.

 

Le principali attività:

  • campionamento di polveri e fibre

  • determinazione gravimetrica della massa del particolato raccolto, discriminandone a seconda delle necessità, le diverse frazioni dimensionali convenzionalmente definite (inspirabile, toracica, respirabile - ACGIH), con opportuni selettori

  • caratterizzazione granulometrica delle polveri in definiti intervalli dimensionali (Optical Particle Counter)

  • caratterizzazione dimensionale, morfologica e composizione elementale delle polveri (microscopio elettronica a scansione con sistema di microanalisi)

  • analisi della composizione del particolato (idrocarburi policiclici aromatici, metalli, carbonio elementare e carbonio organico, ecc.)

  • formaldeide

  • composti organici volatili